La Pasqua interiore

Pasqua interioreLa sofferenza del Cristo sulla croce ha avuto un senso perché ha poi permesso il miracolo della Pasqua.Nel giorno di Pasqua alla durezza e incredulità di quanto accaduto è subentrata la meraviglia e la gioia della resurrezione. Questa consapevolezza dovrebbe farci comprendere che, ogni volta che ci sentiamo feriti, la sofferenza ha senso solo se ci fa poi rinascere a noi stessi.

Proviamo dunque a socchiudere gli occhi per trasformare ciò che è stato lasciando che l’immagine della sofferenza del Cristo sulla croce ceda il posto ad un uomo avvolto nella luce, perché è questa fiamma che il Cristo ci chiama a essere e ad espandere dentro e fuori di noi.

Buona Pasqua a tutti,

Bernard e Angela Rouch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.